All Tomorrow’s Parties – Burro cuticole

Bannervegetarianrecipe

Apprezzate il fatto che non ho titolato il post “Lemon tree”, dai. In compenso vi regalo questa nenia di un’allegria disarmante. Il film è un po’ meh, ma la canzone (questa versione nello specifico) si merita tantissimi cuori. E gioia di vivere.

Ho fatto olio e unguento per mia madre, che ha scoperto negli ultimi due mesi di avere delle mani *SUPRISE*.
Si usa come il burro Bur’t Bees, su unghie e cuticole prima di andare a letto, sconsiglio di usarlo di giorno perché unge tantissimo. Ma dai.

unguentounghie1

Questa volta la ricetta è a cazzum, ho pesato tutto, ma non sono andata per 100, fate conto che con le dosi ci ho riempito un barattolino di marmellata mignon, quelli da degustazione per capirci.

Cera d’api 10 (se la sostituite con un’altra cera controllate il punto di fusione
Olio di ricino 10
Cera jojoba 5
Burro di karitè 5
Olio d’oliva 15
Olio di mandorle dolci (se avete mandorle vecchio usate oliva) 18
Olio di canapa 2
Tocoferile acetato 1
Oe limone 25 gt

Fondete i grassi a bagnomaria direttamente nel vasetto, mescolate, aspettate che il composto intiepidisca, aggiungete l’olio essenziale di limone, rimescolate. Mettete in frigorifero per 10 minuti.
Calore e olio essenziale non si sposano benissimo, se volete fare una cosa proprio a modo montate il burro e aggiungete le gocce quando il composto è completamente freddo.

unguentounghie2

Per l’olio puro fate 1/3 ricino 1/3 tocoferile acetato 1/3 mandorle, 15 gt di olio essenziale di limone e imbottigliate in una bottiglietta per lo smalto pulita.
Tenete presente che i grassi puri tendono a seccare, quindi provate a usarlo sulle mani bagnate. L’olio essenziale di limone (come gli agrumi in generale) è foto sensibilizzante, evitate di usarlo prima dell’esposizione al sole.

Magari non fate come me e pulite i bordi del vasetto. Asinissima -.-

Annunci

6 pensieri su “All Tomorrow’s Parties – Burro cuticole

    • è un derivato della vitamina e, con funzione antiossidante sulla pelle invece che per gli oli come il tocoferolo puro. era un esperimento e non volevo sprecare troppo materiale, ma per il prossimo lo userò (mandorle, ricino e canapa vanno rancidi in poco). il mio regge bene da due mesi e mezzo abbondanti, ma non credo arriverà a sei.

    • Ciao! Cera jojoba è la definizione corretta di olio di jojoba, chimicamente sarebbe una cera liquida. Te lo scrivo perché può essere che già ce l’hai, ma chiamandola sempre olio si può fare confusione e pensare che siano due prodotti diversi. Se ti manca si può sostituire con un olio che già hai (propenderei per oliva, riso o mandorle, non ricino perché è troppo pesante e puro sulle mani fa effetto carta moschicida). Questa sostituzione va bene solo per questo tipo di ricetta (solo grassi e cera), se dovessi fare una crema o un prodotto più elaborato ti consiglio di prenderla.

    • No, il conservante si usa solo se è presente acqua.
      In questo caso sono solo grassi e cere, non serve. Se hai un antiossidante aggiungilo (tocoferolo, aperoxid, NON tocoferile acetato come ho scritto in ricetta perché non funziona come antiossidante).

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...