[BEBIO#1] Mi strucco facile

1

Dopo aver rimuginato parecchio ho deciso di partecipare con un ritardo indecente a questa serie ideata da Miss Haul, mi sono divertita a leggere routine molto diverse tra loro accomunate da questo filo conduttore. La prima puntata è dedicata a tutti i prodotti che utilizziamo per struccarci e detergerci il viso.
La mia routine è composta quasi integralmente da prodotti homemade. I grassi che uso non sono biologici, ma si possono sostituire senza problemi.

Trucco

Come prima cosa passo un dischetto di cotone imbevuto di bifasico su labbra e occhi, se il make-up è pesante (mascara waterproof ecc) massaggio anche un mix di burri e oli solidi fino a quando non ho sciolto tutto.
Non utilizzo sempre il burro, unge abbastanza e lo trovo un prodotto più adatto all’inverno, è un passaggio un più che si rende necessario dopo la seconda passata di dischetto.
Spalmo sul il viso due noci di latte detergente, massaggio con le mani per un minuto, rimuovo tutto con una spugna e sciacquo. Non uso quasi mai il latte sugli occhi, trovo non strucchi benissimo il mascara e svegliarmi la mattina successiva come un panda non la trovo un’esperienza allettante.

Per detergere olio e residui di trucco uso una saponetta homemade, secca leggermente, ma recupero successivamente con tonico e crema. Non lavo mai il viso solo con acqua, mi si luciderebbe e non riuscirei a rimuovere completamente il trucco.

Subito dopo il sapone passo un tonico acido, ne ho diversi che utilizzo a seconda della voglia e di cosa ho sotto mano. Oltre ad essere una coccola mi aiuta a capire se il viso è pulito.

Salvare la pelle prima che cada

In periodi di forte stress la pelle non gradisce particolarmente tutti questi passaggi e la saponetta non è un tipo di lavaggio amico della pelle del viso, almeno del mio. Per evitare secchezza spalmo un siero, una crema gel o la crema seboregolatrice. Ora che fa un caldo inumano ho quasi del tutto smesso il siero in favore del gel e della crema.
Non essendo ricette bio, non sono state formulate in partenza pensando a questo, evito di postarle qui, scriverò un articolo nei prossimi giorni.

2

Ricette
Da questo post inizierò a non scrivere più il procedimento delle emulsioni standard (olio in acqua o gel particolarmente semplici). Nel caso siate alle primissime armi linkerò sempre un articolo che ho scritto mesi fa e mai sfruttato, con tutti i procedimenti di base.
Ovviamente nel caso abbiate qualche domanda chiedete senza farvi problemi, questo stratagemma evita a me di ripetermi.

Bifasico alla camomilla
Idrolato di carota 73.5
Pge 10-laurato 1
Disodium Cocoamphodiacetate 1
Glicole propilenico 2
Glicerina 2
Pantenolo in soluzione al 70% 0.5
Colorante blu
Ethylhexyl stearate 20
Estratto CO2 camomilla 0.1

La ricetta è presa da qui. Ho preparato le due fasi, misurato il pH di quella acquosa per accertarmi che non fosse sotto al 6, unito e versato nel flacone.
Tutti gli attivi sono poetici e omissibili. Tensioattivo, solubilizzante e olio andrebbero mantenuti invariati, le poche sostituzioni possibili le trovate al link. Per l’olio garantisco unicamente su quello di riso e ottildodecanolo. L’idrolato si sostituisce solo con acqua (o altro prodotto simile), non è possibile usare tisane, ossidano.
La ricetta non presenta conservanti perché ho utilizzato un idrolato che già li contiene.

Latte detergente cocco e vaniglia (a risciacquo)
Fase A
Acqua a 100
Glicerina 5
Xantana 0,5
Allantoina 0.3
Fase B
Olivem 1000 5
Cera jojoba 2
Olio di riso 3
Olio di zucca 2.5
Caprilico caprico trigliceride 5
Burro di karitè 3
Burro di mango 1.5
Fase C
Oleolito di camomilla in olio di riso 2.5
Trimetilglicina 3
Cocamidopropyl-betaine 2.5
Phenonip 0.5
Fragranza vaniglia GC, coconuts GF qb (10gtt)
ph a 6 senza tamponare.

È sempre lo stesso latte detergente che gira :D
L’ho fatto in 50 varianti, cambiando oli e burri. Mi tengo sul 20% di grassi e li cambio a seconda di quello ho. Evito olio di mandorle e ricino, irrancidiscono troppo velocemente e dovrei cambiare un spugnetta al mese.
Trimetilglicina e allantoina come lenitivi, omissibile il primo, non sostituibile il secondo. In realtà si potrebbe non mettere, ma l’allantoina costa pochissimo e si utilizza per tantissime ricette, è un peccato non averla :D
La cocamidopropyl-betaine così bassa con un quantitativo di grassi così alto non è aggressiva, aiuta a non lasciare il viso troppo unto dopo il lavaggio. Per la presenza del tensioattivo va sempre risciacquato.

La ricetta del burro è veramente elementare, 80% burro karitè nilotica (è un po’ più morbido rispetto a quello normale), 20% olio di cocco. A volte cambio le percentuali e aggiungo qualche burro più consistente e olio di riso. Fondo il karitè a bagnomaria tenendo la temperatura bassa per non rovinarlo e aggiungo olio di cocco. Mescolo e invasetto.

3

Tonico rinfrescante
Idrolato di rose a 100
Idrolato di salvia 15
Estratto glicolico amamelide 2
Pantenolo 0.5
Cosgard 0.6
Oe lavandino, salvia sclarea, camomilla, menta 8gtt
Cetrimonium chloride qb (circa 10gtt)
Colorante rosso qb

Per prima cosa ho solubilizzato gli oli essenziali con il cetrimonium chloride, ne bastano poche gocce. Aggiunto gli idrolati, attivi e conservante.
Gli oli essenziali li ho scelti in accordo alle acque e per diverse ricette provate quest’inverno, l’odore mi piace, è particolare, abbastanza fresco.
L’estratto di amamelide lo utilizzo al posto dell’idrolato. Ho eliminato completamente la glicerina in favore dell’estratto, appiccica meno e aiuta a limitare la lucidità.
Ho dosato male il colorante, non sarebbe dovuto essere così acceso (non mi piace per niente, fosse stato fuxia o viola ok, ma quel rosso è orribile).

Spero che il post vi sia piaciuto. Alla prossima! ^_^

Annunci

4 pensieri su “[BEBIO#1] Mi strucco facile

  1. Sono felice di leggere il tuo post, perché ho un passato da spignattatrice infelice 😒 e mi viene un languorino a vedere i tuoi prodotti homemade *-* abbiamo una routine molto simile e pure io condivido la necessità di dover lavare il viso con il sapone se uso degli oli XD però io non ho un sapone così bello da vedere come il tuo *-* davvero complimenti!

    • Grazie ^_^
      Ti rifaccio i complimenti qua, hai ideato una serie veramente carina!
      Non sapevo avessi provato ad autoprodurre, avevo letto il post su fb sulla vendita dei cosmetici (ho sempre i brividi quando vedo che qualcuno lo fa).

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...