Crema viso idratante matificante

Qualche giorno fa su Facebook avevo anticipato di aver cambiato la crema viso, la ricetta di oggi è del prodotto che sto utilizzando da circa un mese e mezzo.
Ho preso spunto di diverse creme apparse sul Forum di Lola, dalla “seboregolatrice” e voluto provare un po’ di polveri sebo-assorbenti.

a

Fase A
Acqua a 100
Allantoina 0.20
Glicerina 3.5
Carbopol Ultrez 30 0.10
Carbopol Ultrez 21 0.20
Xanthan gum SF 0.10
Fase B
Ronaflair® Flawless 3.00
Silica P 1500 0.50
GC-Sphere 3A 0.35
Cetiol sensoft (Propylheptyl Caprylate) 1.50
Coco caprylate 1.20
Ethylhexyl stearate 0.80
Olio di jojoba 0.50
Olio di macadamia 1.00
Tocoferolo 1
Burro di Kokum 0.50
Burro di karitè nilotica 0.30
Trietilcitrato 2.20
Metilglucosio sesquistearato 1
Metilglucosio distearato 1.5
Alcool cetilstearilico 50/50 0.50
Pge-10 laurato sol al 50% 0.35
Fase C
Estratto glicolico di amamelide 2
Sol. sodio jaluronato 1% 3
Pantenolo 1.00
Bisabololo 0.50
Phenonip 0.5
Nacinamide 2.00
Liposomi sap 3

Come si fa?

Ho proceduto emulsionando come una normale crema a caldo, facendo molta attenzione alla fase grassa e disperdendo le polveri partendo dagli oli più pesanti (tocoferolo, macadamia), finendo con i leggeri e i leggerissimi.
Le polveri vanno lavorate molto bene, o la crema si emulsiona male e rischia di separarsi.

A parte ho preparato i due gel 1/3 per la xantana, pre-dispersa in glicerina, a cui ho aggiungo l’allantoina. Nel 2/3 dell’acqua ho preparato prima il gel di Ultrez 21, aspettato che si depositasse sul fondo e aggiungendo successivamente l’Ultrez 30, che ha potuto gelificare con l’acqua rimasta in superficie.
Uniti i due gel ho frullato.

Ho portato entrambe le fasi a temperatura (la parte acquosa deve arrivare quasi a bollore, io l’ho portata a 75/80°), versando metà della fase oleosa su quella acquosa e frullato.
Spatolato brevemente, aggiunto la restante fare grassa (mantenuta nel bagnomaria spento), mescolato e frullato. Successivamente ho spatolato molto, per eliminare le poche bolle che si erano create.
Ad emulsione fatta ho tamponato con la soluzione di soda e, a crema tiepida, ho aggiunto tutti gli attivi, uno alla volta, ricontrollando il pH prima e dopo l’aggiunta della niacinamide.

2

Gli ingredienti

Ronaflair® Low Luster Pigment: è un filler color crema chiaro dall’effetto opacizzante. A differenza dell’Ldp white sembra frenare meno. Le percentuali d’uso sono dal 3% al 10%, ho preferito non andare oltre al tre e combinarlo con altre polveri opacizzanti. L’effetto opacizzante c’è, più marcato rispetto all’uso di sola silica o dryflo.

Microsfere di silicone dall’effetto soft-focus. Questa polvere dovrebbe aiutare la spalmabilità del prodotto e renderlo più setoso. Sto usando questa polvere da qualche mese per creme viso e contorno occhi, mi piace veramente un casino :D
L’ho utilizzata anche per questo contorno occhi al mirtillo (0.20), mi terrei su una percentuale un po’ più bassa rispetto a quella utilizzata per questa crema, perchè già si sente (0.25/0.30 sarebbe perfetto).
Anche se Glamour riporta l’effetto sebo-assorbente, non lo noto assolutamente in altri prodotti in cui l’ho usata.

Silice micronizzata: è una polvere bianca, molto assorbente, reperibile su Aroma-zone.
Tra le tre polveri è quella che fa maggiormente la differenza, l’ho testata in prodotti in polvere e in emulsioni, assorbe molto bene il sebo.
Utilizzata ad alte percentuali nelle creme trovo freni un po’, eviterei di utilizzarla da sola.
Se non si ha la pelle veramente lucida eviterei di utilizzarla nelle emulsioni sopra all’1%.
Per i cosmetici in polvere può funzionare come cipria, l’ho utilizzata al 5% accoppiata al Low Luster per il fondotinta minerale e non fa lucidare in ore. Enfatizza un po’ la secchezza, quindi evito di stratificare troppi prodotti che la contengono.
Non è da confondere con la makigel o la silice micronizzata che vende Vernile, questa è molto meno volatile, assomiglia alla silice di Kolorowka.

Biossido di titanio: già utilizzato per quasi tutte le creme viso e contorno occhi presenti sul blog, è un “trucco” di lola, aiuta ai uniformare un po’ l’incarnato. Il biossido di titanio si disperde malissimo in olio, pensavo fosse un mio impedimento nel lavorare la polvere, ma sembra essere un problema comunque. Quindi potrebbe essere un’idea quella di metterlo in A. Se si disperde male non c’è frullata che tenga, rimangono i puntini, che a me non danno fastidio e non compromettono l’emulsione, ma sono veramente antiestetici.

Niacinamide: per vedere effetti sul sebo andrebbe tenuta al 3, in questo caso l’ho utilizzata al due perché se utilizzo questo primer che la contiene la sento “troppa”. Va lavorata a pH 6, vi consiglio la lettura di questo post e della sua scheda.

Pge-10 laurato: è un tensioattivo solubilizzante, il bagnante delle polveri. Ho preferito usarlo per sicurezza, se uso tante polveri uso questo o alzo il glicole propilenico.

Il resto degli ingredienti sono quelli della seboregolatrice. Al posto del Sap in polvere ho utilizzato i nanosomi, non trovo una grande differenza a parte meno difficoltà nella lavorazione e nella stabilizzazione del pH.

3

Cosa ne penso?
La crema non è pesante, si lascia massaggiare (nessuna scia bianca), si assorbe rapidamente e non frena. Lascia la pelle nutrita e non mi fa lucidare in ore. Utilizzata da sola il lucido emerge dopo 8/9 ore, se la uso di notte mi sveglio con la pelle leggermente lucida, unicamente sulla fronte (mi succedeva anche con la seboregolatrice).
Io mi trovo molto bene, sono sicuramente da definire i quantitativi di polvere e, parzialmente, la cascata di grassi, ma nel complesso la approvo.
Vi è piaciuta questa ricetta? Che prodotti utilizzate per tenere a bada il lucido?

Annunci

3 pensieri su “Crema viso idratante matificante

  1. io di ricette ovviamente non capisco abbastanza ma a naso la proverei XD
    pure su di me silica tutta la vita (anche se la scoperta che non tutta la silica è uguale mi ha traumatizzata per sempre, temo)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...