Sali da bagno frizzanti e luccicosi

Ecco una ricetta semplicissima e molto sfiziosa.

2

Girovagando qua e la e per l’interueb ho trovato mille versioni dello stesso prodotto. Quindi niente di nuovissimo.

Le dosi sono a occhio

Sale grosso 500gr
Acido citrico 1 cucchiaio
Bicarbonato di sodio 3 cucchiaini
Un cucchiaino di olio di riso
Un cucchiaino di mica rosa, mezzo cucchiaino di brillantini ed altre decorazioni inutili, ma che renderanno l’acqua simpatica.

Questa era la versione natalizia, quindi ho utilizzato poche Oe limone 2gtt, oe arancio 1gtt, oe bergamotto 1gtt, oe lavanda 3gtt, oe menta piperita 1gtt, sporcatura oe cannella foglia.

1

Come si fa?

Si mescolano mica e brillantini all’olio, si aggiunge tutto e si invasetta. Fatto ^_^

Come funziona?
Un paio di cucchiai aggiunti alla vasta frizzano e profumano, rendendola più allegra.
Non c’è niente di curativo, non è dissimile dai sali profumati nella vasta.. solo che questi frizzano! Mica e brillantini vengono via con un getto d’acqua (ma non eccedete con le quantità), quindi nessun effetto strobo.
Alla prossima ricetta ^_^

Annunci

10 pensieri su “Sali da bagno frizzanti e luccicosi

      • eheheh poi da me non c’è quindi stalkerizzo la mia amica che ci lavora a Roma per farmi riportare le cose XD Ora vorrei cimentarmi nello spignatto del Non ti Scordar di Me visto che pare essere l’unica cosa oltre l’olio di mandorle che i miei occhi tollerano…. prega per me che non mi esploda casa -_-‘

      • Il non ti scordar di me è una cold cream? Se ti serve qualche link chiedi, sono abbastanza facili da fare, ma va curato bene il procedimento o affiora acqua. Se mai ti andasse di lanciarti nell’autoproduzione e vedi che gli occhi reagiscono bene solo all’olio di mandorle potresti provare a farti un latte detergente solo con quello in fase grassa.

      • eccomi con gli aggiornamenti ! la cold cream è venuta benissimo (non ci credo manco io o.O) niente goccine o separazione…! però, c’è un gran però: la consistenza non assomiglia per niente al non ti scordar di me -.- il mio è una specie di pappone ceroso e appiccicoso invece della bellissima crema che si scioglie con il passaggio del dito di lush (non so se l’hai mai usato, è fantastico) -.- a struccare strucca ma poi mi devo praticamente ri-lavare la faccia…in compenso si sta rivelando ottimo per la mia dermatite sul gomito XD

        ho messo:
        acqua di fiordaliso 12
        glicerina 3
        miele 4
        aceto di mele 1

        olio jojoba 63
        cera d’api 17

        (+conservante )

        forse c’è troppa cera d’api ? olio troppo grasso ? boh >_>

        nonostante studio abbastanza sul forum di lola non so se me la sento ancora di lanciarmi sul latte sai ? :/

      • Ti faccio subito i complimenti per esserti lanciata!
        Purtroppo non ho mai provato lo struccante della Lush e mi baso solo dall’inci, dalla recensione sul forum e dalle cold cream che ho fatto io.
        La prossima volta che passo davanti a Lush mi faccio fare un campioncino e lo provo, così riesco anche a capire come si scioglie.
        La cold cream è untissima, come la giri resta un prodotto che a me piace poco e unge come l’inferno. Le dosi che hai usato in linea di massima sono giuste e (purtroppo) anche l’effetto. Aspetta qualche giorno per vedere se ti regge quella che hai fatto, nel caso puoi provare a fare questa ricetta (è una cold da frigo, se la tieni fuori rimane liquidina) 60% olio, 5% cera d’api, 20% acqua. Se provi a rifarla usa olio non costoso (tipo riso, è leggero e di solito non brucia gli occhi) e acqua normale, così non sprechi materie prime esose tipo l’idrolato.
        http://lola.mondoweb.net/viewtopic.php?f=27&t=23435 il topic della ricetta.
        Per l’esperienza.. io trovo molto meno laborioso fare il latte detergente che stare un’ora a girare una cold :D
        Curiosità, perchè l’aceto? è la prima volta che lo sento in una crema.

      • Molto in sintesi: non serve acidificare :D
        Non hai roba che ti modifica il pH e hai l’idrolato già leggermente acido. Oltretutto andrebbe misurato prima di emulsionare, come per le acqua in olio, perché la cartina dopo non te lo legge ad emulsione fatta.
        Nel video c’è scritto che è una sostituzione della tintura di benzoino in aiuto alla pelle impura. C’è molta poesia in questo XD Quella ricetta è un po’ vecchia, qualche anno fa c’era più margine per la sperimentazione con le sostanze “casalinghe”, esclusi tonici o risciacqui per capelli adesso non ti consiglierebbe nessuno di modificare il pH con l’aceto.
        Prova guarda le ricette sul forum, non perché sia l’unica fonte, anzi, ma tendono a ridimensionare sul nascere le derive poetiche.

  1. infatti mi pareva un po’ una cagata visto che non serve misurare il ph nelle cold cream ma l’ho voluto mettere lo stesso (te l’ho detto che sono una capra T.T )
    ho guardato un po’ ma a me serve una sezione “occhi disperati” XD

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...