Crema corpo fondente alla rosa

Ed eccoci qua, questa è la prima volta che lavoro col Cetearyl Glucoside, quindi non sapevo assolutamente che tipo di prodotto avrei avuto. Prima di formulare la crema ho studiato qualche ricetta e il topic sul forum di Lola, durante l’esecuzione sono stata seguita in diretta da Piccante, che ringrazio per la pazienza :)

1

Fase A
Acqua a 100
Allantoina 0.2
Glicerina 3
Cetearyl Glucoside 1.5
Fase B1
Jojoba 1.5
Olio d’oliva 2
Olio di cacao 2.5
Tocoferolo 1
Burro di karitè raffinato 1
Burro di cacao raffinato 0.5
Alcool cetilstearilico 0.5
Gliceril Stearato Citrato 0.5
Fase B2
A 60°
Ethylhexyl stearate 2
Cetiol sensoft 1.5
Carbopol Ultrez 30 0.30
Gomma xantana normale 0.2
Face C1 a tiepido
Abil Care 85 0.5
Olio di zucca spremuto a freddo 3
Dry-flo 0.5
Fase C2 a freddo
Estratto glicolico di liquirizia 3
Sodio jaluronato in soluzione 1% 3
Pantenolo in soluzione 75% 1
Lactil 0.5
Sodium pca 0.5
Aqua-Shuttle 2
Phenonip 0.5
Profumazione: Rosa Tea Gracefruit 5gtt, Rosa Rossa Glamour Cosmetic 2gtt, Fragranza Fico Glamour Cosmetic 1gtt, Neroli Glamour Cosmetic 2gtt, Arancio dolce 2gtt, Crisp Winter Gracefruit 1gtt, Oe sandalo 1gtt

Come ho lavorato?

Per prima cosa ho disperso i gelificanti (fase B2) negli oli e li ho tenuti da parte.
Ho mescolato l’olio di zucca e l’Abilcare, aggiunto il dryflo (C1), stemperando bene, e l’ho messo da parte.
A questo punto ho proceduto con la fase A e B1. In un becher ho preparato la fase A, disperdendo l’allantoina nella glicerina, aggiungendo tutta l’acqua e il Cetearyl Glucoside, mescolato e messo sul fuoco a bagnomaria.
A parte ho preparato e messo a bagnomaria anche la fase B1. Raggiunti gli 80° ho frullato brevemente la fase acquosa e vi ho versato dentro la fase grassa (B1), frullando fino a sbiancamento. Si è formato un latte bianco e liquidissimo.
Ho mescolato la crema fino al raggiungimento dei 60°, a quel punto ho aggiunto i gelificanti pre-dispersi (B2), mescolato e frullato benissimo.
Ho controllato il pH e tamponato per portarlo a 5.5/6. Correggendo il pH la crema si è addensata, passando da un un latte a una crema da vasetto.
A intiepidimento ho aggiunto la fase C1, frullato, e aggiunto tutti gli ingredienti della fase C2, uno alla volta, mescolando bene tra un’aggiunta e l’altra. Ho frullato un’ultima volta prima di aggiungere Aqua-Shuttle, conservante e profumo.

Mi rendo conto che il procedimento possa essere un po’ macchinoso per chi è alle prime armi, ma in realtà è molto semplice, serve solo qualche accortezza.
Lavorate molto bene i gelificanti, sia in fase di dispersione sia all’aggiunta. Se non vengono frullati bene rischiate di trovarvi i grumi di carbomer/xantana.
Perdete tempo nella dispersione del Dryflo o rimarranno i grumi, rischiando di compromettere la stabilità della crema. Io solitamente lo lavoro anche 3/5 minuti.
Tamponate prima di aggiungere gli attivi e inseriteli lentamente, non tutti insieme, o rischiate di smontare il carbomer.

Sostituzioni: nella cascata di grassi non sostituirei nulla a parte l’olio di zucca non essendo di facilissima repiribiltà. Io lo uso a volte per cucinare, ma non è indispensabile per la riuscita della crema. E’ un olio abbastanza denso e corposo, dall’odore particolare (avete presente i semi di zucca?), da colore molto scuro. Penso si possa sostituire con un olio medio come il canapa o l’olio di rosa mosqueta.
Al posto del sodium pca o del lactil si può utilizzare il sodio lattato, anche in questo caso aggiungetelo lentamente per evitare di smontare il carbomer.

2

La crema è morbida, ma densa da barattolo, si assorbe molto velocemente, non frena, non unge e non fa scia. L’effetto è molto particolare, lascia la pelle setosa e leggermente nutrita, pur assorbendosi in pochi secondi.
La sto usando dopo la doccia, spalmandola si assorbe completamente nel giro di un paio di minuti, lasciando la pelle completamente asciutta e non appiccicosa.
La profumazione è come da titolo, alla rosa, smussata da qualche goccia di agrumi, riscaldata dal sandalo e rinverdita da Crisp Winter e Fico. Le ultime due sono molto potenti, in questa composizione si sentono il giusto per non dare alla crema un profumo troppo cimiteriale.

Non credo sia adatta a pelli particolarmente secche, l’effetto è davvero evanescente e la vedrei bene per il periodo primaverile o estivo o per chi non necessità di buona idratazione. E’ perfetta da utilizzare in fretta prima di uscire o in occasioni in cui non si può perdere troppo tempo per incremarsi, tipo piscina e palestra.

Ne sono molto, molto soddisfatta, anche se preferisco creme più idratanti, credo che con questo emulsionante si possa giocare molto per ottenere prodotti leggeri estremamente versatili.

Spero che questa crema vi sia piaciuta, alla prossima ^_^

Annunci

2 pensieri su “Crema corpo fondente alla rosa

  1. Rouge bravissima come sempre , non puoi fare anche qualche articolo sulle materie prime e sui siti da dove le acquisti?

    • Ciao! Grazie ^_^ Preferisco non scrivere sulle singole materie, tante sono approfondite molto bene sul Forum di Lola e cercando si trovano parecchi articoli o libri su cui studiare.
      Ho in programma qualche post di recensione dei singoli negozi on-line, di solito acquisto quasi unicamente da Glamour Cosmetics e da Vernile per creme e co, da Manske per il sapone.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...