Crema e sali da bagno – Rispetta i piedoni #2

Ed eccoci alla seconda puntata di rispetta i piedoni, nome preso in prestito dall’arcinemica Lush.
Confesso che i piedi sono una delle parti del corpo che ricordo solo se gridano aiuto e d’estate.
Alla pigrizia aggiungo che usare una crema al mentolo a novembre mi annichilisce.
Dall’inizio dell’anno sto cercando di abituarmi all’esistenza dei piedi e uso più o meno regolarmente un paio di creme – di cui una vi parlerò più avanti – il burro scrubbante e una maschera.
Non metto la crema tutti i giorni, due/tre volte a settimana massimo, la maschera e il burro un paio di volte al mese.

2

CREMA PIEDI

Ho preso spunto da questa ricetta, l’ho un po’ rimaneggiata e ho aggiunto un po’ di lattato per smollare il carbomer. Da brava torda non ho pensato che quel quantitativo di cetilico l’avrebbe fatta diventare un mattone.
L’ho fatta un paio di volte, è una delle creme con cui mi sono trovata meglio perché lascia la pelle abbastanza morbida, ma si asciuga rapidamente e non fa sudare il piede.
Il procedimento è quello di una crema a caldo, addensa molto velocemente e raggiunge la densità finale dopo qualche giorno. E’ molto corposa, burrosa, fa un po’ di scia, ma non del tipo che si “autoalimenta” e impiega minuti ad asciugarsi, mi aspettavo molto peggio.
Questa consistenza mi piace molto, si avvicina un po’ ai burri vuotissimi di Sephora che sto provando a replicare da diverso tempo senza successo.
Non ha il mentolo, l’olio essenziale di menta a quelle dosi non mi fa effetto gelone, il profumo della crema è sobrio, a quelle dosi si sente annusando il barattolo, applicando la crema sparisce in pochissimo tempo.

3

Fase A
acqua a 100
glicerina 5
carbopol ultrez 30 0.30
gomma xanthan grado trasparente 0,1
allantoina 0,31
Fase B
Coco-caprylate 3
Ethylhexyl stearate 5
Alcool cetilico 3
Metilglucosio Sesquistearato 3
Burro di karite’ raffinato 10
Tocoferolo 0,5
Fase C
Sodio lattato 2
Bisabololo 0.5
Betaina anidra (Trimetilglicina) 4
Silice micronizzata 0,5
Phenonip 0.5
oe menta 5gtt
oe limone 10gtt

SALI DA BAGNO

4

La cosa più inutile del mondo, per 50gr di prodotto ho utilizzato 3gtt di oe menta, 5gtt oe Limone, 3gtt oe bergamotto, 1gtt oe rosmarino, coloranti in gel verde e blu.

Li utilizzo mescolati al bicarbonato, sciolgo un cucchiaio di sale e un cucchiaio di bicarbonato in acqua, lascio i piedi in ammollo per una decina di minuti e passo il burro scrubbante.

I sali sono una coccola, in acqua tiepida – blu – distendono in piede e lo preparano ai trattamenti, ammorbidendo calli e cuticole.

Spero che questa serie di ricette vi sia piaciuta, alcune utili, altre un po’ meno ;)

Alla prossima!

Annunci

Sali da bagno frizzanti e luccicosi

Ecco una ricetta semplicissima e molto sfiziosa.

2

Girovagando qua e la e per l’interueb ho trovato mille versioni dello stesso prodotto. Quindi niente di nuovissimo.

Le dosi sono a occhio

Sale grosso 500gr
Acido citrico 1 cucchiaio
Bicarbonato di sodio 3 cucchiaini
Un cucchiaino di olio di riso
Un cucchiaino di mica rosa, mezzo cucchiaino di brillantini ed altre decorazioni inutili, ma che renderanno l’acqua simpatica.

Questa era la versione natalizia, quindi ho utilizzato poche Oe limone 2gtt, oe arancio 1gtt, oe bergamotto 1gtt, oe lavanda 3gtt, oe menta piperita 1gtt, sporcatura oe cannella foglia.

1

Come si fa?

Si mescolano mica e brillantini all’olio, si aggiunge tutto e si invasetta. Fatto ^_^

Come funziona?
Un paio di cucchiai aggiunti alla vasta frizzano e profumano, rendendola più allegra.
Non c’è niente di curativo, non è dissimile dai sali profumati nella vasta.. solo che questi frizzano! Mica e brillantini vengono via con un getto d’acqua (ma non eccedete con le quantità), quindi nessun effetto strobo.
Alla prossima ricetta ^_^